Message

#sPa Operazione di #brand equity per il #PSG

Il Paris Saint Germain, in vista di ulteriore rafforzamento nel panorama calcistico mondiale, ha intrapreso un’operazione di brand equity. Il logo della società parigina, infatti, è stato sottoposto ad un’operazione di restyling fortemente voluta dal Presidente qatariota Nasser Ghanim Al-Khelaïfi.

Il nuovo stemma è rimasto di forma circolare ma è stato reso di un blu molto più chiaro, quasi azzurro.

Ciò che risalta maggiormente all'occhio a primo impatto è sicuramente il fatto che la scritta “Paris” è stata staccata dalla scritta “Saint Germain”; nel logo precedente, nell'arcata superiore si leggeva “Paris Saint German” per intero mentre ora viene dato maggiore risalto a “Paris” che è stata posizionata nella parte superiore con un carattere di scrittura più grande rispetto alla dicitura “Saint Germain” che è stata inserita nell'arcata inferiore al posto dell’anno di fondazione, che è stato completamente rimosso dal logo.

Da queste prime impressioni scaturiscono due considerazioni: in primo luogo, che con il nuovo marchio si vuole dare più importanza al centro della città di Parigi piuttosto che ad una zona periferica come Saint Germain en Laye e, in secondo luogo, che si vuole allontanare la società dalle sue origini, che risalgono al 1970, anno in cui vennero fuse le società Stade Saint Germain en Laye e F.C. Paris.

E’ rimasta invece allo stesso posto e dello stesso colore rosso la stilizzazione della Torre Effeil che è stata, però, disegnata tridimensionalmente. Sotto il disegno della Torre Effeil è stata tolta l’immagine della culla che rappresenta il simbolo del Re Sole, Luigi XIV, mentre è stato allargato e posto in rilievo il giglio dorato, simbolo della città di Saint Germain e della monarchia francese.